La vigilia di Barça – Juve. Tra remuntada, Camp Nou e l’effetto Higuain

Cara Juventus, è l’ora di dimostrare quanto vali. Se in Italia i bianconeri dominano in qualsiasi competizione lasciando pochi spazi alle avversarie, è arrivato il momento di affermarsi in Europa. L’andata dei quarti di finale di Uefa Champions League è stata scritta dai bianconeri con un secco 3-0, ma il ritorno sarà tutta un’altra storia. Gli striscioni fuori ai cancelli del centro sportivo di  Vinovo per Allegri e i cori all’aeroporto prima della partenza, hanno accompagnato i bianconeri impegnati nella grande  sfida di ritorno ritorno contro il Barcellona. Un match che vale la semifinale, una sfida che vale tutto per i bianconeri che arrivati a questo punto della stagione hanno tutto da perdere.

FATTORE CAMP NOU

I blaugrana cercheranno la remunatada tra le mura del Camp Nou. Un vero e proprio fortino insormontabile in Europa, considerando che i catalani non perdono dal lontano 2009. L’ultima sconfitta risale nella fase ai gironi di quell’anno contro lo Shaktar Donetsk. Oltre a questi numeri mostruosi si aggiunge il fattore Luis Enrique. Infatti da quando il tecnico spagnolo occupa la panchina catalana, i blaugrana hanno ottenuto 15 vittorie consecutive in casa. I tifosi che hanno ancora davanti agli occhi il gol di Sergi Roberto all’ultimo secondo che ha portato a compimento la rimonta contro il PSG, credono in una seconda impresa contro i bianconeri. Durante la partita di Liga contro la Real Sociedad i supporter del Barcellona  hanno gridato a gran voce la parola ‘remuntada’, perchè d’altronde quando hai Messi, Neymar e Iniesta nulla sembra impossibile.

CHE LA REMUNTADA AL PSG SERVA DA LEZIONE!

L’incubo della remuntada rimbomba nella testa di ogni juventino. Il PSG insegna che le partite non finiscono all’andata anche quando il vantaggio è  considerevolmente notevole. Se da un lato il precedente non ha fatto abbassare la guardia ai bianconeri, dall’altra ha rafforzato la consapevolezza di avere davanti dei mostri del calcio. I bianconeri se vorranno passare al turno e accedere alla semifinale, dovranno ripetere la partita perfetta dell’andata sia in fase difensiva che in fase offensiva.

IL PIPITA E IL RITORNO AL CAMP NOU

3 soli gol quest’anno in Champions. Manca all’attaccante argentino quella cattiveria che lo contraddistingue in Campionato. 29 reti stagionali per Higuain con la maglia bianconera, di cui solo 3 in Europa. Il Pipita ha mancato l’appuntamento con il gol contro i blaugrana all’andata, anche se la performance è stata impeccabile. Con la maglia del Real Madrid l’ex Napoli ha affrontato per diciannove volte i catalani al Camp Nou, senza però mai segnare. Dopo 4 anni Higuain ritorna a Barcellona. Una prova di maturità per sè e l’occasione di essere decisivo in un campo in cui non lo è stato mai.

 

 

 

I commenti sono chiusi.