Juve, Napoli, Roma: LE PAGELLE DELLA 4ª GIORNATA DI CHAMPIONS!

Si conclude anche la quarta giornata di Champions League ed ecco per voi l’analisi delle partite delle italiane! Martedì è toccato alla Roma dare spettacolo contro il Chelsea, stravincendo la sfida contro Conte. La Juventus invece non ha brillato e ha dimostrato la sua Higuain-dipendenza. Il Napoli invece ha stupito Guardiola per mezzora, ma si è sciolto dopo l’infortunio di Ghoulam… VEDIAMO LE PAGELLE DI ROMA, JUVENTUS E NAPOLI DELLA 4ª GIORNATA DI CHAMPIONS!

ROMA, HAI UN NUOVO FARAONE! – VOTO 10 E LODE

Davvero complimenti per l’approccio, per la grinta e per la voglia di essere protagonisti anche nell’Europa che conta! In campionato le cose stanno andando bene come risultati (tanti 1-0 è vero, ma comunque valgono 3 punti), però la stanchezza si è fatta sentire. Ieri invece i giallorossi hanno domato e dominato gli avversari, mettendo anche Conte sulla graticola. Il migliore in campo è stato El Shaarawi per i due gol, ma tutta la squadra ha giocato bene, dalle sponde perfette di Dzeko, alle geometrie di De Rossi e alla saracinesca Alisson. Il passaggio del turno è stato ipotecato – ringraziando il miracoloso Qarabag anche – e la Roma può concentrarsi sulla Serie A!

PRIMO TEMPO DA INCUBO, POI ARRIVA HIGUAIN… – VOTO 5

Una sera taccia per i bianconeri, con solamente il risultato finale da salvare! Alla fine il pareggio non è male, visto che con solo 3 punti la Juve passerà i gironi (con grandissima probabilità alle spalle del Barcellona). Ma nel primo gli uomini di Allegri hanno deciso di non scendere proprio in campo, lasciando il pallino del gioco totalmente in mano ai portoghesi. Gelson Martins ha ridicolizzato nuovamente Alex Sandro, mentre De Sciglio ancora non ha convinto. Passando per un Mandzukic apatico e un Khedira veramente sottotono. Nella ripresa si sveglia il campione, pagato 90 milioni per una ragione. Higuain sfrutta l’assist di Cuadrado e segna, allontanando ogni critica. Di certo la Juve può fare meglio, ma ha giocato in un campo non semplice contro una squadra che si giocava il tutto per tutto. Ma il Barcellona ha Lisbona ha vinto – seppur con un autogol – ed ecco spiegata la nostra lieve insufficienza!

IL BEL GIOCO DURA POCO, ORA PER IL NAPOLI E’ DURA – VOTO 3

3 come le sconfitte incassate e 3 come i punti raccolti in quattro partite. Ok giocare in casa del City è durissima per chiunque, ma visto l’approccio alla gara ci si aspettava di conquistare almeno un pareggio! Il bel gioco dura solo 25 minuti perché poi è proprio la squadra di Manchester a fare la partita e a prendersi la scena al San Paolo. Il gol di Insigne nei primi minuti è solo una splendida illusione per i tifosi del Napoli. I partenopei con una gamba in Europa League, si giocano la qualificazione nelle ultime due gare. Serviranno ovviamente due vittorie, ma il problema è che il destino degli uomini di Sarri è legato a braccetto con lo Shaktar (a cui basterà solamente un punto per qualificarsi, oppure mantenere il totale degli scontri diretti a favore). Il bel gioco non può essere messo in campo solo contro il Benevento se poi in Champions incassi solo risultati negativi. Ma soprattutto stasera su sono viste le fragilità mentali dei partenopei, visto che l’uscita di Ghoulam ha rallentato la manovra.

 

Precedente I PRONOSTICI DELL'11ª GIORNATA DI SERIE A! Successivo I PRONOSTICI DELLA 12ª GIORNATA DI SERIE A!