27ª DI SERIE A: IL PAGELLONE!

Ecco i voti ai giocatori e alle squadre protagoniste di questo ventisettesimo turno di Serie A! Spiccano le prestazioni eccellenti di Belotti (capocannoniere del campionato), dell’Udinese che frena una spenta Juventus e del Napoli, in formato Champions per 85 minuti all’Olimpico. In coda alla classifica nulla da segnalare: nessuno approfitta dello stop dell’Empoli e tutto sembra deciso. Si mantiene invece accesa ed interessante la battaglia per l’Europa League!
 

 VOTO 10 AL GALLO BELOTTI

Una tripletta alla sua ex squadra, 3 punti per il Torino e primato (22 reti) nella classifica marcatori della Serie A. Niente male per il giovane centravanti granata! Alla sua prima da capitano, Belotti porta a casa il pallone e trascina i suoi alla vittoria dopo aver anche rimontato la Fiorentina lunedì scorso. Meglio di lui per la corsa alla Scarpa d’Oro c’è solo Messi.
 VOTO 9 ALLA “CAZZIMMA” NAPOLETANA
Dopo le accuse del poco carattere dimostrato al Bernabeu secondo il vulcanico De Laurentis, il Napoli dà un chiaro segnale al Real Madrid e al Campionato. Con la vittoria all’Olimpico, i partenopei hanno riscattato la brutta figura contro l’Atalanta tornando prepotentemente in corsa per il secondo posto. Per lo scudetto sembra ormai troppo tardi, ma giocando così Sarri e i suoi uomini potranno dire la loro martedì al San Paolo.

VOTO 8 ALLA LAZIO E ALLE MILANESI

Si sta accendendo una meravigliosa ed emozionante corsa per i posti che valgono l’Europa League! I laziali continuano la loro striscia positiva dopo la vittoria nel derby di Coppa Italia grazie al solito Immobile e si godono a pieno le grandi capacità da tecnico di Simone Inzaghi. Il Milan dimostra di essere più forte dei problemi societari che hanno accompagnato l’ultima settimana e arriva a tre vittorie consecutive con il 3 a 1 casalingo contro il Chievo. L’Inter reagisce subito alla sconfitta contro la Roma e sbanca il Sant’Elia di Cagliari con una cinquina.
 

VOTO 7 ALL’UDINESE

I bianconeri friulani sono autori di una grandissima prestazione annichilendo e ingabbiando gli avversari pentacampioni d’Italia. Del Neri ha preparato al meglio la partita e la squadra, spinta dal prorpio pubblico, ha sfiorato l’impresa. La vittoria dell’Udinese non sarebbe stata immeritata – visto anche le azioni sprecate dal devastante Zapata – ma di questi tempi un pareggio contro la Juve vale ben più di un punto.

VOTO 6 AL GENOA

Mandorlini trova la sua prima vittoria sulla panchina rossoblu in una partita delicatissima. Il tecnico, nonistante le poche settimane di lavoro, ha già trasmesso un carattere combattivo ai suoi giocatori, che sul campo hanno dimostrato di non mollare mai. Dopo il pareggio in extremis contro il Bologna, arriva la vittoria sul campo dell’Empoli grazie ai gol di Ntcham e Hiljemark.

VOTO 5 ALLA JUVENTUS APPANNATA

La peggiore prestazione da quando Allegri è passato al 4-2-3-1. Quest’oggi la Vecchia Signora sembra non esser scesa in campo, probabilmente appagata dalla sconfitta della Roma. In attacco i “tenori” hanno deluso e in difesa la fisicità di Zapata ha sorpreso Bonucci e Buffon. Certo che se anche giocando così male, il vantaggio sulla seconda è aumentato, lo scudetto è praticamente in pugno.

VOTO 4 AI PAREGGI SENZA GOL

La partita delle 12:30 tra Atalanta e Fiorentina regala poche emozioni. Entrambe le squadre si sono accontentate di un pareggio. I neroazzurri non hanno sfruttato la spinta del loro pubblico per trovare i tre punti e sognare. I viola si sono accontentati di un pareggio e hanno creato poco, vedendo scappare via il treno Europa League. Nient’altro da aggiungere per quanto riguarda Crotone – Sassuolo. I neroverdi non riescono ad allungare e allontanarsi definitivamente dalla zona calda. I calabresi non approfittano della sconfitta dell’Empoli per provare a rimettere un discussione le cose. Insomma due pareggi che non fanno felice nessuno!

VOTO 3 ALLA DIFESA DEL CAGLIARI

Il Pescara con 12 miseri punti. E’ questa l’unica squadra ad aver subito più gol del Cagliari, che oggi ne prende ben 5 da Icardi e compagni. 57 reti incassate in 27 giornate sono troppe, soprattutto se pensiamo che il Palermo è a quota 53 con 16 punti in meno rispetto ai sardi. Rastelli ha una squadra adatta per la Serie A, ma ogni volta che perde subisce imbarcate clamorose!


VOTO 2 AGLI ULTIMI CINQUE GIORNI DELLA ROMA

La Roma quando sembrava aver raggiunto una piena maturità mentale crolla, prima in Coppa Italia con la Lazio e poi in Campionato con il Napoli. Per i giallorossi si fa sempre più dura la rincorsa alla Juve, che anche non vincendo allunga di un punto. Nulla è perduto, ma Spalletti deve subito restituire fiducia alla sua squadra in vista dell’importantissima sfida contro il Lione.


VOTO 1 ALLE ULTIME TRE

Nuova giornata, solito discorso! Quest’anno la lotta per la retrocessione è una delle più brutte della storia e, in base al cammino delle tre squadre fanalino di coda, la quota salvezza sarà ben sotto i 30 punti. Un record negativo dunque a conferma che una rivoluzione del campionato di Serie A è necessaria ora più che mai. Il Pescara resta a una sola vittoria sul campo e una a tavolino, perdendo contro la Samp nel giorno delle mille panchine di Zeman. Il Crotone fa addormentare tutti i tifosi per paura di perdere e il Palermo subisce la furia del Gallo. Un disastro!

I commenti sono chiusi.