Ancora Dybala, la Juve è tra le 8 regine d’Europa!

Ancora Dybala, ancora dal dischetto è ancora una rete dall’enorme peso! Passano i giorni e l’argentino si trova sempre più a suo agio nel nuovo ruolo dietro il connazionale Higuain, regalando spettacolo e soprattutto la vittoria ai propri tifosi. Una vittoria di misura per 1-0 per assicurarsi il passaggio ai quarti con il minimo sforzo, correndo qualche rischio di troppo contro il Porto in 10 a causa di cali di tensione -da evitare assolutamente nelle prossime partite come ha sentenziato capitan Buffon. Insomma la Juventus poteva fare qualcosa di più, ma nonostante questo si è assicurata un posto meritato tra le 8 regine d’Europa. I bianconeri però non vogliono certo fermarsi qui e attendono il sorteggio di venerdì 17.
 
 


LA CRONACA

Il ritorno di andata degli ottavi di Uefa Champions League, comincia coi bianconeri in attacco per stabilirele gerarchie ed esaltare le proprie qualità tecniche. Ci prova subito Higuain con un colpo di testa e Dybala con tiro e con la palla che esce di poco. Il Porto cerca di farsi vedere in avanti con alcune conclusioni da fuori dell’area di rigore, ma per Buffon è fin troppo facile. I bianconeri gestiscono palla e appena ne hanno l’occasione tentano di affondare. L’episodio chiave arriva al 41′, Alex Sandro stacca di testa su corner, Casillias respinge, Higuain calcia in porta ma Maxi Pereira ferma la conclusione con il braccio. Espulsione per il giocatore portoghese e calcio di rigore per la Juventus. Al dischetto si presenta sempre lui: Paulo Dybala, questa volta cambia lato rispetto a venerdi e Casillias è spiazzato. La Juventus con questo gol si avvicina alla qualificazione dei quarti e spezza le speranze degli avversari. I padroni di casa chiudono il primo tempo con un’occasionissima di Cuadrado, che da solo in area tira alto sopra la traversa.
La seconda metà di gara si apre subito con un brivido nella schiena di tutti i tifosi juventini. Il Porto va vicinissimo al pareggio con Soares che sbaglia tutto solo davanti a Buffon . La Juventus ha un calo di tensione nella prima parte del secondo tempo. Col passar dei minuti la superiorità numerica si fa sentire e la vecchia signora amministra bene la partita. Poche le occasioni in questa fase è abbastanza noioso il finale di gara. La Juve vince 1 a 0 e passa il turno. Il destino dei bianconeri si deciderà venerdi 17 con i sorteggi, con le dichiarazioni di Buffon che vuole evitare il miracoloso Leicester.

IL MIGLIORE – DYBALA

Decide la partita con un rigore preciso all’angolino e regala sprazzi di grande classe per tutta la partita. Dopo le parole da leader nel post partita di Juve-Milan, il giovane argentino si carica nuovamente la squadra sulle spalle. Con un fenomeno così in attacco i bianconeri sono obbligati a sognare!

IL PEGGIORE – MAXI PEREIRA

Una gravissima ingenuità quella parata volante sul tiro a botta sicura di Higuain. Il terzino destro del Porto condanna i suoi a giocare un tempo intero in 10 uomini con 3 gol da recuperare. Un’impresa impossibile nel fortino della Juventus. Un’altra espulsione per i portoghesi che avrebbero potuto aspirare a qualcosa di più.

 

IL TABELLINO

 
42′ Dybala (J)
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Benatia (15’Barzagli), Alex Sandro; Khedira, Marchisio; Cuadrado (1’ Pjaca), Dybala (33’  Rincon), Mandzukic; Higuain  
All. Allegri.
  • AMMONITI: Cuadrado

 

PORTO (4-4-2): Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Marcano, Layun; André André, Oliver Torres ( 25’Otavio), Brahimi (21’Diogo Jota); Tiquinho, André Silva (1’Boly) 
All. Espirito Santo.
  • AMMONITI: Andrè Andrè, Layun
  • ESPULSI: Maxi Pereira

 

Precedente 28ª giornata di Serie A: IL PAGELLONE! Successivo La grinta della Roma non basta: niente rimonta e Lione ai quarti!