Due finali in tre anni: la Juve vola a Cardiff!

La Juventus vola in finale e si aggiudica un biglietto per Cardiff. 2 finali in 3 anni, sono il traguardo di un grande lavoro dietro. I bianconeri chiudono il discorso già nel primo tempo con un gol di Mandzukic e un capolavoro di Dani Alves. Nella seconda metà di gara, Glik fa un entrata da killer su Higauin, graziato dalla svista arbitrale ma non dalla prova tv. Il giocatore, probabilmente pensava di disputare ancora il derby, ma non si è reso conto che gli scenari erano diversi. La Juventus lascia il campo con tutto lo stadio che intonava: “Ce ne andiamo a Cardiff”. Chapeau alla Signora. 

LA CRONACA

Le due squadre vengono accolte da uno Stadium sold out e da una scenografia mozzafiato. Il Monaco parte fortissimo e ha una grandissima occasione con Mbappè che centra il palo, ma la posizione è outfside. La Juventus studia l’avversario per i 15 minuti, lasciando qualche occasione ai monegaschi. Ma la Vecchia Signora con i suoi campioni sale in cattedra e la prima occasione arriva dal Pipita: l’argentino che si trova davanti a Subasic, prova un pallonetto, ma Glik salva comodo sulla linea. Sbaglia Higuain prima e  Mandzukic dopo. Il croato tira a porta sicura ma c’è una grande parata del portiere monegasco. Passa pochissimo e questa volta la Juventus va in vantaggio proprio con l’attaccante classe ’86. All’33’ Dani Alves con un cross magnifico da destra serve Mandzukic,  Subasic la para, ma sul tap-in il croato la mette dentro. Ma la Juventus continua a sprecare e non concretizza le ghiottissime occasioni: prima con Higuain e poi con Dybala. Ma ci pensa al 45′ Dani Alves a portare i bianconeri sul 2-0 con un gol magnifico. Il brasiliano colpisce al volo col destro da fuori e fredda Subasic. 3 assist e 1 gol tra andata e ritorno, numeri da grande campione.

Nel secondo tempo la Juventus capisce che è il momento di amministrare il grande vantaggio! Il Monaco invece vuole riaprire subito il match, per tentare il miracolo. E proprio gli ospiti ci provano con un tiro velleitario di Moutinho al 50’. Il cronometro scorre e i monegaschi iniziano a innervosirsi, ome dimostrato da Mendy che calcia la palla verso il guardalinee. Intanto Allegri decide di far riposare Dybala – uscito acciaccato dal Derby – inserendo Cuadrado. E subito il colombiano si mangia un gol al 57’ solo davanti a Subasic, mentre 5 minuti dopo sbaglia Mandzukic di testa su cross del solito Dani Alves. La Juventus però fa infuriare Allegri abbassandosi troppo in difesa. Il Monaco allora inizia a premere, fino a trovare il gol con Mbappé al 69° minuto. Il tecnico tira qualche urlaccio dei suoi per svegliare i giocatori, palesemente appagati e deconcentrati! Dopo qualche minuto anche Higuain ha da recriminare: Glik gli pesta il ginocchio volontariamente, causandogli molto dolore. I monegaschi però non buttano neanche fuori il pallone e l’arbitro non vede nulla. Il 9 bianconero viene allora calmato dalla panchina, per evitare guai peggiori. Da qui in poi sono pochissime le occasioni, mentre sono troppi i contrasti. Il Monaco cerca di metterla sulla cattiveria, con Fabinho, Raggi e Glik che intervengono in modo duro. Mandzukic però non si fa mettere i piedi in testa e si becca un giallo, per fortuna ininfluente. L’arbitro dà 3 minuti di recupero, ma la festa in panchina e sugli spalti è già cominciata! Anche Allegri si lascia andare ad un meritato sorriso. Kuipers fischia la fine ed è tutto vero: la Juve è in finale di Champions! Due finali in tre anni con il tecnico livornese, questa volta il finale sarà diverso?

IL peggiore – GLIK – 

Un gesto vergognoso del difensore ex Toro. Sente molto la partita, forse anche troppo visto che decide di buttarla sulla cattiveria nei minuti finali. All’andata aveva perso Higuain su entrambi i gol… e per vendicarsi decide di pestarlo letteralmente! All’inizio poteva sembrare involontario, a causa del contrasto. E invece no! Glik osserva bene l’avversario prima di affondare la gamba. L’arbitro non vede e lo grazia, ma sarà la prova televisiva a squalificarlo. Dopo provoca anche Mandzukic, forse per farlo espellere. Poco importa, visto che è il polacco a tornare a casa mentre la Juve vola a Cardiff. Un gesto di un giocatore forse inadatto e non abbastanza maturo per questi palcoscenici internazionali!

IL migliore – DANI ALVES – 

Anche in questa semifinale di ritorno il brasiliano si conferma il leader della Juventus. Quando è arrivato non mancavano i dubbi sulla ‘vecchiaia’, ma stiamo parlando del migliore terzino destro al mondo! Prima si doveva adattare, poi è il brutto infortunio al perone. Ormai però è tutto alle spalle, vista l’eccellente forma fisica del laterale bianconero. Dopo i due assist dell’andata e le splendide partite contro il Barcellone, Dani Alves è autore di una prestazione fenomenale! Prima l’assist per Mandzukic, poi il tiro al volo dal limite dall’area. Senza dimenticare l’imbucata per il gol di Higuain in fuorigioco e il passaggio verso Dybala. L’uomo in più per arrivare fino a Cardiff, Dani Alves vuole arricchire la sua bacheca!

I commenti sono chiusi.