Ibra si, Ibra no e intanto Marotta punta il duo Berna-Costa!

La notizia del giorno corre su tutti i social e perfino le quote delle scommesse sono crollate. Ibra e il suo procuratore Raiola sono stati avvistati a Torino. Sarà un caso, ma non sarebbe neanche così impossibile un incontro con Marotta e Paratici. Intanto Danilo non convince – soprattutto per il costo – e si riapre il discorso Douglas Costa. Per Bernardeschi le parti sono sempre più vicine…

IBRA SI 

Sarebbe la classica operazione a parametro zero di Marotta. Campioni che vogliono ancora dimostrare quanto valgono e che vogliono trionfare con la maglia bianconera. In questo caso sarebbe un ritorno, dopo l’addio all Juve in occasione della condanna alla Serie B. I tifosi si dividono, ma ricordiamo che Ibra a quel tempo era un giovane da poco tempo in Italia. Ora è uno dei migliori attaccanti in Europa nonostante i quasi 36 anni. Il contratto potrebbe essere di due anni, però l’ingaggio dovrà toccare quota 7-8 milioni di euro. Un carattere forte, un leader nello spogliatoio per aumentare la fisicità della squadra di Allegri. Magari inseguendo il sogno Champions tutti insieme!

IBRA NO 

Ok il talento, ma la carta d’identità parla chiaro. Quest’anno Ibra ha dimostrato tutta la sua forza per l’ennesima volta, ma il bruttissimo infortunio al ginocchio resta un’incognita. Il recupero procede bene come testimonia lo svedese sui social, però manca ancora tempo per valutare le sue reali possibilità di recupero. Poi bisogna sottolineare il problema tattico. Nel 4-2-3-1 di Allegri, l’unico posto per lui è quello di prima punta, anche se un certo costosissimo Higuain non la pensa così… L’unica alternativa sarebbe giocare con due punte e in quel caso sarebbe Mandzukic a fargli posto. Una situazione al limite, forse con troppi galli nello spogliatoio.

Insomma Ibra resta la classica suggestione estiva per i tifosi, nata da una casualità o da un incontro di poca rilevanza. Non pensiamo che Ibra possa migliorare la rosa bianconera se non a livello di personalità e voglia di vincere (anche se quella non manca di certo in casa Juve).

IL MERCATO BIANCONERO 

Tornando alle reali trattative, ieri c’è stata una riapertura sul fronte Douglas Costa. Il terzino Danilo costa troppo (30 milioni) e Marotta non vuole investirne più di 20. Anche Aurier è extracomunitario e non convince gli osservatori bianconeri. L’ultimo slot libero potrebbe dunque spettare a Costa, con il laterale mancino che rientra nei sogni di Max Allegri. 50 milioni e 7 di ingaggio a lui, solo così il Bayern potrebbe ascoltare le offerte. Bernardeschi invece sembra proprio il nuovo acquisto bianconero, nonostante la solita rivalità con i Viola. La Fiorentina incasserà una cifra vicina ai 50 milioni, bonus inclusi. Al classe ’94 di Carrara verrà offerto un contratto di 5 anni a 3.5/4 milioni. Se dovessero arrivare entrambi, per la fascia si punterebbe De Sciglio (o Darmian) mentre Cuadrado potrebbe partire. Per il centrocampo invece si continua a pensare a Matuidi, vista la spropositata clausola di Nzonzi.

Praticamente fatta per Neto al Valencia in cambio di circa 9 milioni. Al suo posto come vice arriverà Szczesny. In uscita anche Lemina, mentre l’Atalanta si è interessata a Rincon. Mattiello in prestito biennale alla Samp.

Agnelli ha detto che non ci saranno cambi di rotta rispetto ai grandi investimenti dello scorso anno. L’arrivo di Higuain non è stato un caso, la Juventus vuole continuare a crescere sia sul campo sia come marketing!

 

Precedente La Var: i difetti della moviola in campo! Successivo Milan padrone del mercato: Conti è il 7° colpo, ma manca qualcosa...