La Juve in HD rimonta un buon Napoli: 3 – 1 allo Stadium!

La Juve soffre a causa del cambio di formazione ma Allegri riesce a recuperare e rimettere in equilibrio la partita sopratutto con l’entrata di Cuadrado. Non mancano le polemiche allo Juventus Stadium:   nel primo tempo sono i bianconeri a lamentarsi per una spinta in area di Strinic su Dybala; nel secondo tempo sono i partenopoei a rivendicare un possibile fallo di Pjanic su Albiol sugli sviluppi di un calcio d’angolo che porta alla ripartenza e rigore poi fischiato su Cuadrado. 

LA CRONACA

Il Napoli parte forte, aggredisce alto e non consente ai bianconeri di manovrare la partita. Nei primi minuti la Juventus soffre sopratutto per il cambio modulo. Pjanic e Khedira hanno difficoltà a farsi trovare dai compagni così i partenopei costringono gli juventini al lancio lungo. Al 13′ arriva il primo episodio sospetto in area: lancio lungo di Bonucci che innesca Dybala che viene spinto da Strinic e cade a terra. Valeri non vede nulla A nostro parere era rigore ma non era facile da vedere in velocità. La Juventus alza i ritmi e ci prova prima con Mandzukic e poi con Higuain, ma è il Napoli a portarsi in vantaggio al 36′ con il solito Callejon. Lo spagnolo si muove alle spalle di Asamoah e la mette dentro. Il primo tempo termine con una gran parata di riflesso di Reina su Mandzukic e Lichtsteiner.
La seconda metà di gara è tutta un’altra musica. la Juve cambia modulo, ritorna al 4-2-3-1 ed entra Cuadrado al posto di Lichsteiner. Passano due minuti dalla ripresa ed è rigore per la Juventus. Il tutto parte da una rimessa laterale battuta immediatamente da Mandzukic che trova Dybala in area. Il giovane argentino sposta la palla e viene steso da Koulibaly. Rigore netto. L’ex Palermo va sul dischetto e segna il pareggio. La vecchia signora si esalta con il nuovo modulo e fa impazzire lo Stadium. Al 64′ i bianconeri la ribaltano: cross di Cuadrado, Koulibalu salta e inganna Reina in uscita, la palla arriva a Higuain che segna da posizione defilata. Due minuti dopo il Napoli reclama un rigore su Albiol, ma è proprio da questo episodio che parte il contropiede letale della juve: Higuain lancia Dybala che serve il colombiano  travolto in uscita da Reina: per Valeri è calcio di rigore – anche qui ci sembra netto – e l’argentino classe ’93 lo trasforma in gol. La Juventus nel secondo tempo, con l’ingresso di Cuadrado, è tutta un’altra squadra. Il Napoli si spegne. Finisce  3 a 1 allo Stadium l’andata di Semifinale di Coppa Italia.


IL MIGLIORE

Mandzukic è indubbiamente il migliore di questa partita. L’attaccante bianconero si esalta nel 4-2-3-1, lotta su ogni pallone, è il vero leader della squadra ed infiamma lo Stadium per il suo spirito di sacrificio. Tutti i cori della serata sono per il croato che ricambia con l’ennesima prestazione da guerriero.  Una nota positiva è certamente da fare a Cuadrado. Entra, cambia la partita e si procura il rigore

IL PEGGIORE

Koulibaly. Il difensore partenopeo provoca il rigore su Dybala. Si presenta in più occasioni disattento commettendo molti falli, sbagliando il tempo sul cross di Cuadrado. Sicuramente il più in difficoltà nel pacchetto arretrato.
 

IL TABELLINO
36′ Callejon (N); 47′, 69′ Dybala (J); 64′ Higuain (J)

Juventus (3-4-1-2):Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (46′ Cuadrado), Pjanic, Khedira, Asamoah(71′ Alex Sandro); Dybala(84′ Pjaca); Mandzukic, Higuain. 
All. Allegri

  • AMMONITI: Asamoah, Lichtsteiner
  • ESPULSI: nessuno


Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Rog (’83 Pavoletti), Diawara, Hamsik(57′ Zielinski); Callejon, Milik (61′ Mertens), Insigne.
All. Sarri

  • AMMONITI: Diawara, Milik, Rog, Reina, Maggio
  • ESPULSI: nessuno

One thought on “La Juve in HD rimonta un buon Napoli: 3 – 1 allo Stadium!