La Roma tiene il passo della Juve e sbanca San Siro: 1-3 sull’Inter!

Il big match del 26 febbraio si presenta ricco di emozioni degna della notte degli Oscar. Non mancano le polemiche arbitrali che hanno accompagnato alcune partite del pomeriggio. L’inter reclama un rigore, la Roma ne ottiene uno a favore, ma a spuntarla sono i giallorossi che allungano in classifica e mantengono il ritmo della Juve. 
LA CRONACA
Si parte a San Siro. Il primo rischio della partita arriva con Salah su contropiede. La Roma inizia forte, si prende il campo e l’inter è costretta a chiudersi a guscio. Dopo 12 minuti arriva il gol capolavoro di Radja Nainggolan. Con un’ottima triangolazione Dzeko innesca il belga sulla fascia che salta con facilità Gagliardini e tira una cannonata sotto l’incrocio portando in vantaggio la Roma. Male il giovane centrocampista nerazzurro in questa occasione che si fa dribblare troppo facilmente.
L’Inter cerca di reagire ma la manovra nerazzurra è confusionaria e solo Icardi sembra avere buone idee, anche se sulla fascia Candreva sbaglia troppo.
A fine primo tempo l’Inter ci prova con Brozovic, ma Szczesny è attento.
Nel secondo tempo la musica non cambia. Al 56′ c’è un contatto dubbio tra Nainggolan e Gagliardini sulla ripartenza degli ospiti. Ha la meglio il belga che fa una galoppata di 70 metri – sfruttando il movimento di Salah che gli porta via l’uomo – e la mette dentro con una precisione e potenza, imparabile per Handanovic. Che gol! Il centrocampista nerazzurro ha sofferto il duello per tutta la partita e non prende bene il tempo di testa, ma in questo caso subisce una lieve spinta del giocatore giallorosso.
L’Inter sembra abbia subito il colpo ma prova a rialzare la testa. Ci prova con Eder dalla distanza ma la squadra nerazzurra è disorganizzata sul terreno e imprecisa. La Roma copre tutti gli spazi e induce all’errore gli interisti che non riescono ad avvicinarsi nelle parti di Schezny. Manca un rigore all’Inter al 70′, con Strootman che calcia il piede di Eder. L’Inter ci prova ancora e la Roma riparte in contropiede con grande lucidità, riuscendo anche a tenere palla a centrocampo per far correre il cronometro.
Ci pensa Icardi a riaprire la partita. All’81’ imbucata di Gagliardini, Perisic tenuto in gioco colpevolmente da Rudiger e sul secondo palo si fa trovare pronto Icardi che in spaccata la mette dentro. 16 in Campionato e ora l’Inter ci crede davvero.
Non passano neanche due minuti che Tagliavento indica il dischetto… in area nerazzurra però. E’ calcio di rigore per la Roma. Medel interviene fallosamente su Dzeko, con il bosniaco che precedentemente si era fatto largo su D’Ambrosio. Perotti fa il terzo gol della serata romanista – e si conferma freddissimo dagli 11 metri, 7 su 7 rigori in serie A – e i giallorossi la chiudono di nuovo. L’Inter ci riprova, ma c’è un bellissimo intervento di Scezny che va in anticipo su Eder e salva una clamorosa occasione per i nerazzurri nei cinque minuti di recupero. Finisce l’incontro. La Roma vince una complicata partita a San Siro e conferma il secondo posto a +5 sul Napoli. Per l’Inter non basta la voglia e la reazione dopo i gol subiti. Ai nerazzurri manca ancora qualcosa per ritornare grande e il lavoro di Pioli – per ora più che discreto – non può dirsi concluso.
IL MIGLIORE
Indubbiamente Nainggolan, la decide lui con due fantastiche perle. Forza fisica e potenza, vince tutti i contrasti e il duello con il centrocampista nerazzurro Gagliardini. Un giocatore davvero imprescindibile per Spalletti. Il centrocampista ormai è un giocatore nel pieno della maturità e non si da mai per vinto nonostante qualche acciacco nel finale. E se alla sostanza aggiunge pure due gol di tale bellezza. Vince tutti i contrasti in mezzo al campo e sovrasta il giovane Gagliardini.
IL PEGGIORE
ll titolo di peggiore in campo è da dividere tra Murillo e Candreva, simboli del tracollo nerazzurro. All’Inter manca l’organizzazione stasera e in fase offensiva l’esterno ex Lazio sbaglia tutto ciò che poteva sbagliare: crossa quando deve tirare, tira in porta da posizioni improbabili quando deve passarla a Icardi piazzato meglio. Il difensore colombiano invece subisce la fisicità di Dzeko e la velocità di Salah, non riuscendo ad aiutare Gagliardini sul primo gol. Anche l’ex Atalanta non rende al meglio, surclassato da Naingolan, ma si riscatta parzialmente con la palla per Perisic.
IL TABELLINO
12′, 56′ Nainggolan (R); 81′ Icardi (I); 85′ Perotti rig.(R)
Inter (3-4-3): Handanovic;  Murillo, Medel, D’ambrosio; Candreva (75′ Barbosa), Gagliardini, Kondogbia, Perisic; Joao Mario (80′ Banega), Icardi, Brozovic(55′ Eder).
All. Pioli
  • AMMONITI: Murillo, Perisic.
  • ESPULSI: nessun giocatore
Roma (3-4-3): Szczesny; Fazio, Manolas, Rudiger; Juan, De Rossi(84′ Paredes), Strootman, Peres(89’Vermaelen) ; Nainggolan, Dzeko, Salah (71′ Perotti).
All. Spalletti
  • AMMONITI: Fazio, De Rossi.
  • ESPULSI: nessun giocatore
Precedente 26ª DI SERIE A: continua la "lotta per retrocedere"; polemiche ed errori arbitrali nelle vittorie di Lazio e Milan! Successivo Inter-Roma 1-3: le pagelle!