Il mercato si accende, giorni decisivi per le big?

Sta per iniziare l’Europeo Under 21 con ottime possibilità per gli azzurrini di Di Biagio, ma in questi giorni è il mercato a tenere banco. Le trattative iniziano a infiammarsi, visto che tutti gli allenatori vogliono le rose pronte per i ritiri estivi e le tournée. Tra i colpi mirati di Fassone e Mirabelli, le parole di Allegri e Spalletti, la voglia di stupire di Di Francesco e la calma apparente del Napoli, vediamo insieme i possibili colpi!

Qui la scorsa edizione di calciomercato: I PRIMI COLPI SUL MERCATO!

NAPOLI

Iniziamo proprio dai partenopei! Lo scorso anno sono stati fatti tanti proclami sulla possibilità di raggiungere la Juventus. Il processo di crescita però sembra aver raggiunto il massimo per gli uomini a disposizione! Davanti l’abbondanza è nota, ma a centrocampo mancano le alternative, così come in difesa. Reina – uomo chiave soprattutto mentalmente – è ancora in dubbio, visti gli screzi con De Laurentiis. Al suo posto Cragno e Meret sono le scommesse. In difesa è in partenza Koulibaly, direzione Premier, con anche Albiol in scadenza nel 2018. Insomma il progetto è a una svolta: per puntare in alto Sarri ha bisogno di acquisti importanti. La scusa del fatturato non può più bastare…

INTER

Giorni importanti in casa nerazzurra. Oggi è stato presentato Spalletti, il quale ha mostrato una mentalità e una convinzione rare negli ultimi anni per l’Inter. Non sono stati fatti proclami, ma la sfida alla Juve è lanciata! Serviranno grandi investimenti, senza sbagliare nessun acquisto. L’allenatore ha sottolineato come un solo giocatore non cambi la squadra, messaggio rivolto a Perisic (Manchester United). Oltre al croato potrebbero partire Kondogbia, Medel e Banega. Rudiger è stato stoppato dalla Roma, servirà dunque un nuovo obiettivo. Possibile prestito per Pinamonti.

ROMA

Stesso discorso fatto per l’Inter: per comprare bisogna prima vendere! Tanti i giovani rientrati dai prestiti, ma la Roma si è anche liberata dei ‘pesi’ Vermaelen e Grenier. Per continuare a lottare al vertice, viste le ambizioni del nuovo Milan, serviranno rinforzi per allungare la panchina. Con Salah partente per Liverpool (40-50 milioni) bisognerà trovare il sostituto. Sarà Berardi a seguire il suo mentore Di Francesco verso la Capitale? Importante anche il rinnovo di Nainggolan e le parole di Monchi per far restare Rudiger. Oggi è stato presentato Di Francesco, un ritorno a casa per lui. Ecco forse questo aspetto è il più pericoloso, visto il peso che sentono a Roma per la propria maglia. Bisognerebbe parlare del tecnico più come un ex Sassuolo che come un ‘figliol prodigo’! Ottimo l’acquisto di Hector Moreno dal PSV. Il difensore messicano classe ’88 (capitano della sua nazionale) è stato pagato 5.7 milioni e sostituirà Vermaelen nella linea difensiva.

Per rivivere l’addio di Totti alla Roma, clicca qui: L’ADDIO DI TOTTI ALLA ROMA!

JUVENTUS

Oggi sono arrivate le parole di Allegri su Sky Sport. Il tecnico ha rivelato addirittura di aver pensato all’addio dopo l’ennesima notte maledetta di Champions. Ora però Cardiff è alle spalle e c’è un contratto – rinnovato a ben 7 milioni annui – da rispettare! Ovviamente si è parlato anche di mercato. Innanzitutto Marotta e Paratici dovranno essere bravi a gestire i tantissimi giovani a disposizione, rientrati dai prestiti. Orsolini verrà valutato in ritiro, così come Bentancur e Mandragora e poi si deciderà il loro futuro. Il probabile neo-acquisto Favilli (in sintonia con l’Ascoli) sarà girato in Serie A per fare esperienza. Grande fermento sulle fasce. Cuadrado potrebbe a sorpresa lasciare il proprio posto – anche per la questione degli extracomunitari – a Douglas Costa. Per il brasiliano si parla di circa 40 milioni di offerta e 6 milioni annui. Non impossibile l’arrivo di Bernardeschi, trattativa però complicata per la storia rivalità. Ottimo l’acquisto di Schick (30 milioni pagabili in tre anni, con la Samp in prima fila per il prestito) secondo Allegri, mentre su Nzonzi il tecnico non sembrava altrettanto convinto. Lemina e Neto saranno ottime pedine per le plusvalenze, anche se l’ex obiettivo Tolisso si è accasato al Bayern Monaco. Si accende la vicenda Keita (trovato l’accordo con il giocatore, in scadenza nel 2018), con Lotito che minaccia querela per il comportamento dei bianconeri.

La cavalcata del sesto Scudetto consecutivo, clicca qui: JUVE DA LEGGENDA!

La terza Coppa Italia consecutiva con Allegri, clicca qui: L’OLIMPICO E’ ANCORA BIANCONERO!

La delusione di Champions a Cardiff, clicca qui: IL REAL VINCE LA DODICESIMA CHAMPIONS!

MILAN

Dulcis in fundo! Il vero re del mercato finora, in proporzione agli scorsi mercati rossoneri e alla rosa attuale. In questo momento il duo Fassone-Mirabelli sembra incontenibile. Sono arrivati acquisti mirati e nelle posizioni principali del campo, per cifre importanti ma non eccessive. In difesa con Rodriguez (15 milioni) terzino sinistro e Musacchio (18 milioni) al centro con Romagnoli, manca solo Conti a completare un reparto ottimo e giovanissimo. Il laterale dell’Atalanta non è un obiettivo semplice, viste le richieste da 30 milioni di Percassi. Eccellente anche l’operazione Kessiè con la Roma bruciata. Per lui si tratta di un prestito biennale con obbligo di riscatto e pagamento dilazionato dei 32 milioni, bonus inclusi. La ciliegina è stata però Andrè Silva. Il portoghese – approfittando della potenza del procuratore Mendes – è stato pagato a circa metà della sua clausola, visti anche i problemi del Porto con il Fair Play finanziario. Cristiano Ronaldo l’ha eletto come sue erede e sembra valere l’investimento di 38 milioni. Ora mancano solo un esterno (Deulofeu in primis) e un’altra punta (Kalinic?), viste le possibili partenza di Lapadula (forse proprio alla Fiorentina) e Bacca (PSG dal ‘suo’ Emery). Ora la parte difficile sarà vendere i tantissimi esuberi. Gomez, Kucka, Sosa e compagnia non saranno semplici da piazzare ma potrebbero fruttare un ottimo tesoretto. Il Diavolo è di nuovo ricco – anche la UEFA indagherà sugli acquisti – e la zona Champions sembra alla portata di Montella.

 

I commenti sono chiusi.