Monaco-Juventus: l’analisi della semifinale d’andata!

E’ di nuovo tempo di Champions League per la Juve, ma soprattutto è il momento della verità! Il fato al sorteggio sembra essere stato benevolo, visto che il rognoso Atletico e i campioni in carica del Real sono stati evitati. Non mancano però le insidie: con il Monaco i bianconeri partono da favoriti e dovranno rispettare il pronostico ad ogni costo! La vittoria contro il Barcellona ha dato una mentalità ancora più vincente agli uomini di Allegri, ma Jardim non ha nulla da perdere. Vediamo insieme l’analisi di Monaco-Juventus, dalle probabili formazioni alle ultime sfide!

LA SFRONTATEZZA DEI FRANCESI, L’ESPERIENZA DELLA VECCHIA SIGNORA

Nessuno si sarebbe mai immaginato di trovare il Monaco in semifinale di Champions! Il percorso non è stato impossibile, ma eliminare Guardiola non era così scontato. Se analizziamo la stagione dei biancorossi però questo traguardo sembra meritato! La rincorsa alla coppa dalle grandi orecchie è partita dai preliminari estivi ed è proseguita a suon di gol. Reti segnate dal ritrovato Falcao e dal giovanissimo Mbappé, aiutati dalla spinta offensiva di Bernardo Silva e Lemar, regalando sempre spettacolo! Ora hanno anche l’occasione di dare il colpo decisivo al PSG in Ligue 1, dato che i monegaschi sono primi con una partita in meno. Una delle caratteristiche fondamentali della squadra del Principato è proprio la sua sfrontatezza dei suoi molti e promettenti giovani. Come detto sopra, Jardim ha ottenuto già ottimi risultati e non ha nulla da perdere. Si potrà quindi affrontare la Juve con grande voglia di stupire!

La Juventus invece deve ricordarsi di non aver ancora vinto la Champions. Come ha detto Dani Alves dopo la partita con l’Atalanta, eliminare il Barcellona è stata una vera impresa ma il bello arriva ora. Proprio il terzino brasiliano potrebbe aver contribuito ad alzare il livello di consapevolezza dei bianconeri. L’anno scorso era arrivata la cocente sconfitta all’Allianz Arena. Una sconfitta dalle due facce! Da un lato la necessità di dover fare un passo in avanti. Dall’altro la capacità di giocare al livello del Bayern per gran parte della sfida. Dopo la finale di Champions di due anni fa, molti bianconeri hanno acquisito grande esperienza a livello europeo. Gran parte dei giocatori hanno vinto trofei di alto livello, sebbene non molti in campo internazionale. E poi c’è sempre quella fame che contraddistingue da 6 anni la Vecchia Signora. Questo può essere l’anno giusto e bisognerà vincere anche partendo da favoriti!

Sono molte le differenze in campo rispetto ai quarti di finale di due anni fa. Quella doppia sfida ha sorriso alla Vecchia Signora, ma ora è tutto un altro discorso. Il Monaco aveva sempre molti giovani, ma non c’erano le due stelle davanti. Nella Juve è stato rivoluzionato tutto il reparto offensivo, così come è cambiato il modulo e gli esterni difensivi. Quel confronto è stato deciso dal rigore discusso di Vidal, chi sarà decisivo ora?

LE STELLE: KYLIAN MBAPPé E PAULO DYBALA

Che spettacolo Mbappé! Nato il 20 dicembre 1998 – un quasi classe ’99 dunque – il giovane si sta affermando sul panorama europeo come uno dei più forti prospetti in circolazione. Lo chiamano ‘il nuovo Henry’ per movenze e capacità si trovare la rete, ma in proporzione Mbappé sta facendo addirittura meglio! Di certo nel Monaco è attualmente più semplice affermarsi piuttosto che in altre corazzate, ma se i monegaschi sono in semifinale gran parte del merito è da dividere tra lui e Falcao. In velocità sembra davvero imprendibile ed è sempre freddo davanti al portiere, ne sanno qualcosa il Dortmund e il City. Dall’altra parte però si troverà la miglior difesa europea, per testare le sue reali capacità.

Dybala ha già dimostrato la sua evoluzione europea con la doppietta contro il Barcellona. Ora bisognerà confermarsi, trascinando i suoi a Cardiff. I suoi compagni hanno un livello tecnico decisamente più elevato rispetto agli avversari, ma la Joya dovrà farsi trovare libero per liberare il suo estro. Il pacchetto arretrato del Monaco è molto duro e non va mai per il sottile (Glik e Raggi sono più abili a interrompere il gioco piuttosto che a crearlo). Non sarà una sfida semplice, ma Dybala vorrà dare ragioni a tutti coloro che lo ritengono tra i primi cinque al mondo…

LE FORMAZIONI E LE COPERTE UN PO’ CORTE

La stagione così lunga e ricca di impegni importanti, ha logorato i giocatori del Monaco. Sebbene in molti siano giovani, i cambi per Jardim sono davvero pochi. Il tecnico ha dimostrato di contare su 14/15 giocatori, ma non di più. Tanto da mandare in campo la Primavera contro il PSG in Coppa di Francia! Le ultime partite hanno evidenziato questo difficoltà: è vero che sono arrivate le vittorie, ma è altrettanto vero che i gol subiti non sono trascurabili. In campionato questo conta poco, ma una rete di troppo subita in casa può essere letale. Detto questo, giocherà ovviamente la formazione tipo dei monegaschi. Dimar e Silva da una parte, Mendy e Lemar sull’altra fascia. In mezzo Moutinho e Fabinho cercheranno di innescare Mbappé e Falcao. In porta infine il solito Subasic.

Anche la Juve ha qualche problema di ricambi per quanto riguarda la fase offensiva. In difesa e a centrocampo le scelte abbondano, così come per quanto riguarda i terzini. Gli unici problemi sono davanti, dove la stanchezza di Mandzukic e Cuadrado è stata evidente a Bergamo. Forse si sono risparmiati proprio per questa sfida! Dybala ha ritrovato la migliore forma, mentre Higuain deve assolutamente ritrovare la rete nell’Europa che conta. Il Pipita deve dimostrare il suo valore domani sera e tra una settimana! A centrocampo mancherà Khedira, uno dei migliori nella doppia sfida con il Barcellona. Al fianco di Pjanic il favorito è Marchisio, ma potrebbe esserci la sorpresa Rincon. In difesa confermati i quattro anti-Barcellona!

Allegri in conferenza ha fatto capire che non bisogna sottovalutare gli avversari, mentre Buffon ha detto che la Champions non è una ossessione. Probabilmente è vero, ma la sensazione dei bianconeri è che questo può essere l’anno giusto!

Precedente IL PAGELLONE DELLA 34ª GIORNATA DI SERIE A! Successivo Higuain e Buffon puntano Cardiff: Montecarlo sbancata!