IL PAGELLONE DELLA 30ª GIORNATA DI SERIE A!

Ecco il pagellone della trentesima giornata di Serie A! Una fine settimana caratterizzato dalle occasioni perse, con le due milanesi a rappresentare al meglio questa tendenza. Il Napoli non riesce ad avvicinarsi alla Juve nonostante l’ottima prestazione nel big match di domenica sera. I Rossoneri perdono punti a Pescara, mentre l’Inter ricade nelle difficoltà di inizio stagione. Sorride la Roma, insieme a Lazio e Atalanta, ma anche la Juve può ritenersi soddisfatta! In fondo alla classifica arriva finalmente una vittoria per il Crotone che si avvicina all’Empoli quartultimo.

VOTO 10 AL CAMMINO DELLE ROMANE

A poche ore dal Derby della Capitale, sulla carta non ci sono vinti ma solo due vincitori per il voto 10 del nostro pagellone. Infatti, sia la Lazio che la Roma stanno facendo un campionato straordinario.Inzaghi vince e convince. Da ripiego a uomo simbolo di questa Lazio. L’ennesima dimostrazione arriva dal Mapei Stadium. La Lazio va sotto, pareggia e allo scadere porta a casa i 3 punti, posizionandosi a meno 4 dal Napoli. Spostando l’attenzione sulla sponda giallorossa, la Roma mantiene aperto il Campionato. I numeri sono da scudetto, se non ci fosse la Juventus che per ora è andata a mille all’ora. I giallorossi con i gol di Dzeko e la mentalità vincente di Spalletti continuano il loro cammino, mettendo pressione alla Juventus. Il calendario dei bianconeri prevede una pericolosa doppia sfida con i Giallorossi, vedremo se i secondi in classifica ne approfitteranno!

VOTO 9 ALLA MANITA DELL’ATALANTA

Gasperini torna a Genova e si prende la sua rivincita da un pubblico che non lo ha mai apprezzato in fondo! Gli 11 dell’Atalanta ne rifilano 5 ai rossoblu, scadendo la protesta dei tifosi a Marassi. La squadra bergamasca ha archiviato la brutta figura a San Siro, portando a casa i 3 punti. D’altronde un episodio non può condizionare un’intera stagione. I bergamaschi trascinati dal Papu, nella sua miglior stagione e dai giovanissimi Caldara e e Conti, si posizionano al quinto posto, distaccando l’Inter di tre punti. Il sogno Europa non è così lontano. Complimenti all’Atalanta, vera sorpresa del campionato che si è aggiudicata il nome di “grande” tra le grandi.

VOTO 8 AL CROTONE CHE FINALMENTE VINCE

Il Crotone non vinceva dal 29 gennaio contro l’empoli. Trova i 3 punti contro il Chievo, portandola a casa nei minuti finali con il solito Falcinelli. La squadra calabrese si avvicina all’Empoli e ora sono cinque i punti che le separano. Considerando che i toscani continuano a perdere, il discorso salvezza si può considerare aperto? Di certo con la spinta costante del proprio pubblico e i gol del proprio bomber, uno spiraglio non manca di certo! I calabresi hanno finalmente rianimato questo noiosissima – finora – lotta per non retrocedere.

VOTO 7 ALLA FIORENTINA DA 1-0

La Fiorentina vince la sua terza partita consecutiva. La brutta figura in Europa League ha fatto tornare coi piedi per terra i viola e la vittoria con il Bologna ha regalato tranquillità sia al popolo Viola sia a Paulo Sousa (il cui futuro è ancora avvolto da mistero). La stagione non è interamente da buttare, ma i Della Valle hanno sempre abituato tutti a degli stravolgimenti. Sono state sempre preferite le scelte societarie attente, piuttosto che gli sforzi per alzare l’asticella. Con queste premesse sarà però difficile trattenere Kalinic e Bernardeschi!

VOTO 6 AL POCO SPETTACOLO DI NAPOLI JUVE

L’attesissima sfida tra le due rivali si conclude con un semplice pari. La Juve, con il minimo sforzo trova un ottimo pari a Napoli. Le assenze significative dei bianconeri si fanno sentire e probabilmente Allegri pensa più alla sostanza che alla forma. Gli uomini di Sarri, invece dominano tutta la partita ma riescono solo una volta a sfondare il muro bianconero. Il Napoli doveva vincere, per cercare di riaprire il campionato ma resta a meno 10 dai bianconeri e meno 5 dalla Roma. La gara di mercoledì sera sarà certamente tutto un altro film!

VOTO 5 AL TORO DA PAREGGIO

La prestazione non è da 5 in pagella, soprattutto per tutti i legni colpiti, ma il Torino di inizio stagione è un ricordo. Le ambizioni erano di livello europeo con l’arrivo del nuovo allenatore, ma i metodi duri di Mihajlovic alla lunga non hanno pagato! La squadra sembrava migliorata, nonostante le cessioni di molti giocatori importanti, con un Gallo Belotti in stato di grazie. Tuttavia i granata hanno dovuto ridimensionare le proprie aspettative. Bisognerà ripartire dai gol del proprio centravanti e capocannoniere attuale del campionato!

VOTO 4 AL MILAN INCOMPLETO

Pochi acquisti e soprattutto nei ruoli sbagliati. Troppi infortuni in questa stagione. L’assenza di una vera e propria guida in campo. Quanti problemi nel Milan di questa stagione! Nonostante ciò, Montella è stato in grado di ridare carattere ai suoi e spronarli a fare più punti di quanto ci si potesse aspettare. Con la partita di Pescara, però, sono usciti allo scoperto tutti i limiti rossoneri. Il gol subito è una papera (vedi il VOTO 2 del pagellone), ma nel complesso gli abruzzesi non hanno affatto demeritato. Anche la rete del Milan è stato fortunato infatti e poteva davvero finire in ogni modo. Lapadula e Bacca non hanno inciso, mentre la difesa barcolla ad ogni azione. Servirà di più per l’Europa, ma senza il closing e senza i soldi sarà dura…

VOTO 3 ALL’OCCASIONE PERSA DALL’INTER

Gol di D’Ambrosio (viziato dal fuorigioco di Candreva sull’azione che porta al corner decisivo) e 2 punti recuperati sulla zona Champions. L’obiettivo dichiarato da Pioli sembrava avvicinarsi sempre più… ed ecco che riesce fuori la solita Inter! La Sampdoria guidata dall’esperto Giampaolo continua a giocare un ottimo calcio e si impone a San Siro con Shick e Quagliarella. Morale della favola, un punto perso dal Napoli! In questa stagione i nerazzurri non riescono a far dimenticare i propri limiti tecnici ma soprattutto mentali. Quando serviva la vittoria decisiva, è arrivata un’altra sconfitta.

VOTO 2 ALLA COPPIA DA INCUBO PALETTA-DONNARUMMA

Dopo tante ottime parate, tanti interventi strepitosi, tanti salvataggi decisivi e dopo tutti i punti conquistati dai rossoneri grazie al classe ’99, ecco la papera. O meglio, ecco Paperumma (come aveva malauguratamente anticipato il ‘Topolino’). Questo non mette assolutamente in dubbio la straordinaria carriera che si prospetta davanti al baby portiere, ma la vittoria sarebbe stata fondamentale per il Milan! Di certo però il 2 in pagella va condiviso con Paletta. Il retropassaggio del difensore è una vera follia, tutto l’opposto di ciò che insegnano nelle scuole calcio!

 

 

 

VOTO 1 ALL’AGONIA ROSANERO

Male, malissimo e voto peggiore del nostro pagellone. Una stagione iniziata male e finita ancora peggio. I problemi al Palermo non sono mancati quest’anno dentro e fuori dal campo. Dagli esoneri affrettati di Zamparini, al mistero avvolto dalla cessione della società, fino alle dichiarazioni di Baccaglini che ha acquistato ‘senza pagare’. Qualcuno qui sta di certo pensando al paracadute, visto il mercato invernale, ma i giocatori ci stanno mettendo del loro! A salvarsi quest’anno è stato solo Nestorovski, ma neanche i suoi gol hanno portato punti importanti. L’Empoli ha continuato a perdere, ma solo il Crotone ha iniziato a sperare nella salvezza con la recente vittoria. Per il Palermo non sembra esserci scampo, soprattutto se la squadra non sa mantenere mai una situazione di vantaggio.

 

 

Precedente Un pareggio che fa sorridere solo la Juve: 1-1 al San Paolo! Successivo Vittoria inutile della Roma, la Lazio vola in finale!