IL PAGELLONE DELLA 31ª GIORNATA DI SERIE A

La 31ª giornata di Serie A è caratterizzata dalla splendida impresa del Crotone sull’Inter, aprendo così le speranze per una possibile salvezza. Juventus e Roma continuano il loro botta e risposta, mentre il Napoli si impone all’Olimpico confermando il terzo posto. Il Milan sorpassa l’inter nella partita che anticipa il derby. In fondo alla classifica qualcuno svegli il Palermo, il Pescara e l’Empoli. Ecco il nostro pagellone. 

VOTO 10 ALL’IMPRESA DEL CROTONE

Il Crotone non solo riapre il discorso salvezza – portandosi a meno 3 dall’Empoli – ma vince contro l’Inter compiendo una straordinaria impresa storica. Quando i giochi sembravano ormai fatti e il ritorno in Serie B sempre più vicino, i due gol di Falcinelli mandano in K.O. l’Inter e il Crotone conquista la seconda vittoria consecutiva. Carattere e grinta sono il connubio perfetto per dimostrare di non essere in A per caso.  Uno scossone che da morale ai giocatori calabresi per arrivare all’obiettivo salvezza. Il fondo della classifica si rende sempre più avvincente. Il Crotone vince mentre Pelermo, Pescara ed Empoli stanno a guardare.

VOTO 9 ALLA REAZIONE DI NAPOLI E ROMA

Sia Roma che Napoli avevano l’obiettivo di dare un’immediata risposta alle dirette concorrenti ed entrambe rispondono con uno 0 – 3 in trasferta. I giallorossi dovevano accorciare il momentaneo distacco dalla Juventus e la vittoria schiacciante contro il Bologna li porta nuovamente a meno 6.La Roma non molla la presa rendendo difficile il cammino della Juventus, grazie soprattutto a Spalletti che ha ridato mentalità vincente ai suoi giocatori. I partenopei, invece, hanno stabilito le gerarchie imponendosi all’Olimpico contro la Lazio e blindando il terzo posto. Il mancato passaggio del turno in Coppa Italia avrebbe potuto buttare giù il morale. Invece, vincono e convincono dimostrando grande carattere e ottima qualità di gioco.

VOTO 8 ALLA JUVENTUS

Se lo scudetto si conquista con piccoli passi la Juventus lo sta facendo nel modo corretto. Dopo essersi giocata il bonus del pari contro il Napoli, era costretta a vincere contro il Chievo in casa. Un fenomenale Dybala e un superlativo Higauin portano i bianconeri alla trentaduesima  vittoria consecutiva in casa. Le prove generali per la sfida di Champions sono fatte ora bisognerà dimostrare tutto martedì sera, per non vanificare ciò che di buono è stato fatto fin qui. Anche se per fermare il trio Messi, Suarez e Neymar, ci vuole qualcosa in più di una Juve in HD.

VOTO 7 ALLA GOLEADA DEL MILAN E AL 24° GOL DI BELOTTI

I rossoneri vincono in goleada contro un inesistente Palermo. Il poker messo a segno dal Milan vale il sorpasso sull’Inter, piazzandosi in 6* posizione a più 2 sui nerazzurri  e a meno 2 dall’Atalanta. Il derby della prossima settimana potrebbe essere un’occasione ghiottissima per chiudere definitivamente il discorso Europa League. Se contro il Pescara avevano scricchiolato, a San Siro contro il Palermo si sono rialzati.

Belotti si conferma il vero bomber di questo campionato. Firma anche la partita contro il Cagliari al Sant’Elia portandosi a 24 reti. I suoi gol sono una certezza e la sua cresta è diventata virale. Perfino Lorenzo il figlio di Bonucci va matto per il Gallo.  Finalmente un capocannoniere italiano sopratutto in vista del Mondiale Russia 2018.  Un giovane talento che farà parlare molto di se nel calciomercato estivo. 

VOTO 6 A SAMPdoria E FIORENTINA

La partita Samp-Fiorentina è stata un vero 10 per gli amanti del calcio. Forse non la pensano così i tifosi delle due squadre che speravano nella vittoria. Il voto va quindi dato direttamente alle singole formazioni. La squadra blucerchiata – reduce dalla grande vittoria di San Siro – è andata ben due volte in vantaggio. Giampaolo ha dato un ottimo gioco ai suoi, soprattutto in fase di palleggio. L’assenza di Muriel non si è fatta sentire in questi giorni e il merito va dato ai sostituti. Il progetto della Samp non è decollato subito in questa stagione e quindi ci si è dovuto accontentare di una posizione a metà classifica. Forse gli obiettivi sono altri e bisognerà mantenere i ‘big’ per poterli raggiungere nel 2018! La Fiorentina invece interrompe la sua serie di 3 vittorie consecutive per 1-0. La difesa Viola quest’anno barcolla molto e il centrocampo non sempre è stato all’altezza. Il solo Borja Valero non può bastare, vista anche l’età! In attacco si è rivisto Bernardeschi con la sua grande classe e Babacar ha confermato il suo ottimo periodo. Insomma un 6 a entrambe le squadre che dovranno fare di più – e soprattutto con più costanza – per arrivare in Europa l’anno prossimo!

VOTO 5 ALL’EMPOLI SALVO, PER ORA…

Ormai la squadra di Martusciello non vince più! Continuano ad arrivare pareggi e sconfitte, coronate da un attacco imbarazzante. Meno gol in Serie A del solo Belotti, o Dzeko o ancora Higuain! Questi numeri sono l’emblema di una squadra che attualmente è salva solo per demeriti altrui. L’Empoli non doveva perdere contro il Pescara e così è stato. Ma la vittoria del Crotone ha riaperto completamente la corsa retrocessione. Il trionfo calabrese contro l’Inter ha lasciato i toscani con soli 3 punti sulla terzultima. Con una vittoria poterebbero rialzare la testa, sopratutto in un ambiente ormai con ben poco entusiasmo. Il Crotone si sta avvicinando con tanta voglia di sognare..

VOTO 4 ALL’ERRORE DI CALDARA

L’abbiamo esaltato quando era giusto farlo. I suoi gol in campionato – ben 6 per il difensore centrale alla sua prima stagione in A – hanno portato molti punti. La doppietta al San Paolo è stata la sua vera apoteosi quest’anno, con tanto di acquisto della Juventus. Sabato però commette un errore veramente ingenuo! Il pallone perso da Caldara e il conseguente gol di Pellegrini rischiano di rovinare il sogno Europa dell’Atalanta. Ci pensa Cristante a rimettere tutto in parità, ma lo stesso difensore nerazzurro si mangia un gol da solo contro Consigli. Una giornata di certo da non ricordare! Inoltre Gasperini era un furia in panchina accusando il suo giocatore di troppa lentezza mentale. In casa Juve dovrà lavorare molto sulla testa per scalare le gerarchie, ma nel complesso il suo acquisto è stato azzeccato!

VOTO 3 AI PIEDI IN B DI PALERMO E PESCARA

I rosanero erano attesi da una partita difficile ma di certo non impossibile. Con coraggio e determinazione un pareggio poteva arrivare, anche perché il Milan non è la corazzata di un tempo. Invece ecco un 4-0 inequivocabile! La squadra di Lopez non ha dimostrato grinta dall’inizio alla fine, subendo colpo dopo colpo i gol avversari. Ormai la strada è quella della B, anche perché l’Empoli ha guadagnato un altro punto così! Forse qualcuno in Sicilia sta pensando solo al paracadute economico… Il Pescara merita un discorso a sé. La rosa abruzzese era ben al di sotto degli standard di Serie A. Oddo e Zeman non hanno potuto salvare in nessun modo la barca. Stavolta però sembrava la settimana giusta per riprovare a credere nel miracolo. E invece ecco il pareggio contro l’Empoli, anche se questa settimana la sfortuna ha accompagnato la trasferta toscana. Tantissimi gli errori sotto porto e le occasioni sprecate dal Pescara infatti!

VOTO 2 ALL’ARROGANZA INTERISTA

Non sembrava una squadra che merita la Serie A. Parole di Ausilio, uno che in partite del genere ci mette sempre la faccia! Il primo tempo a Crotone è finito 2-0 per la squadra di casa, ma sarebbe potuto esserci un passivo ben peggiore per gli ospiti. Il risultato di 2-1 finale è nettamente meritato dai calabresi, visti il loro impegno e la loro voglia di riaprire il discorso salvezza. L’Inter invece ha perso completamente la testa dopo il 7-1 rifilato all”Atalanta. Da quel momento è arrivato solo un punto in campionato. La scorsa settimana la sconfitta a San Siro contro un’ottima Sampdoria e ora la sconfitta su un campo in cui le grandi di A hanno vinto. È proprio questo il punto! Oltre alle parole sulla prossima stagione e sulla volontà di vincere di nuovo, bisogna innanzitutto ricominciare a lavorare a testa bassa. I primi mesi con Pioli avevano migliorato nettamente la classifica, forse proprio perché l’ambiente era ritornato umile. Dopo la sconfitta allo Juventus Stadium e le eccessive quanto inutili polemiche, oltre alle continue voci su mercato e nuovo allenatore, hanno destabilizzato i nerazzurri. Ora arriva il Derby della Madonnina, ma con troppa arrogante sarà dura vincere!

VOTO 1 AI TIFOSI DEL GENOA

È vero che Preziosi ha smantellato completamente una squadra che giocava bene. È vero che senza i vari Rincon, Ocampos e Pavoletti sembra tutto molto più complicato. Ed è anche vero che il tifoso deve esprimere le proprie idee visto che il biglietto è lui che lo paga. Tutto ciò però non giustifica abbandonare completamente la squadra tanto amata! Contro l’Atalanta erano arrivate le critiche – meritatissimo – al Ferraris, così come le settimane prima erano state contraddistinte dai malumori verso Mandorlini. L’allenatore non ha ridato grinta alla squadra, visti gli 8 gol subiti e zero fatti in una settimana. Anche il derby perso non ha certamente aiutato! In ogni caso questo non può essere un attenuante per andarsene dallo stadio molto prima del fischio finale. Nel secondo tempo i tifosi del Genoa hanno infatti abbandonato il settore ospiti lasciando la squadra in balia dell’Udinese. Così come si tifa sul 3-0 contro la Juve bisogna anche saper sostenere i propri beniamini nei momenti difficili!

Precedente Altra doppietta per avvisare il Barcellona: Higuain 2, Chievo 0! Successivo Una Juve in Super HD per battere il Barça di Messi!