Testa, cuore e due gol! ecco cosa serve all’Italia!

Questo è il giorno del dentro o fuori. E’ il giorno in cui gli azzurri si giocano il pass per il mondiale, che è mancato solo una volta, 60 lontani anni fa. E’ il giorno di Italia – Svezia. Nella notte gelida di Milano, con un San Siro pronto ad ospitare 74 mila persone, la Nazionale si giocherà il tutto per tutto, pur sapendo che in caso di sconfitta sarà una catastrofe e una macchia nella carriera dei giocatori. 

LE FORMAZIONI

Ventura decide di scendere in campo con lo stesso sistema di gioco  visto all’andata. Il 3-5-2 non cambia, ma gli uomini si. La difesa resta la stessa con Barzagli, Bonucci e Chiellini. Florenzi al posto di Verratti squalificato, Jorginho per De Rossi e Gabbiadini per Belotti. L’attaccante del Toro non è ancora al meglio, mentre Zaza è out per un  problema al ginocchio e quando tutti si aspettavano Insigne o Eder, ecco che spunta Gabbiadini. L’attaccante partenopeo, abituato a giocare nel 4-3-3, non è nei piani tattici di Ventura che lo costringerebbe, nel 3-5-2 a fare la seconda punta che non esalterebbe le sue qualità tecniche. Sulle fasce Darmian e Candreva, Florenzi  interno di destra e Parolo mezzala di sinistra.

La Svezia risponde con un 4-4-2 simile a quello dell’andata. Recupera Lustig (con una soluzione più offensiva) al posto di Kraft. Davanti non cambia nulla, ci sarà anche l’autore della frattura al naso a Bonucci. Un’assenza che pesa  è quella di Egdal infortuato. Al suo posto Johansson autore del gol dell’1-0.

Precedente Le probabili formazioni di Svezia-Italia! Successivo I PRONOSTICI DELLA 13ª GIORNATA DI SERIE A!